> Raboso Piave DOC: un vitigno autoctono veneto, un vino rosso con personalità

Il Raboso Piave DOC è un vino della tradizione trevigiana che affonda le sue radici nella storia, indietro fino al XVI secolo circa.

 

 

Il Raboso è un vitigno autoctono veneto adatto a terreni di diverse tipologie, trattandosi di una varietà rustica con produzioni abbondanti.

In Veneto si possono individuare due zone di produzione nelle province di Treviso e Verona che lo qualificano rispettivamente come Raboso Piave e Raboso Veronese.

 

 

La coltivazione del Raboso Piave si localizza a sud di Conegliano nell'area Sinistra Piave, dove il clima temperato, le precipitazioni mediamente equilibrate e la presenza di colline e Prealpi a nord e mare a sud che definiscono il percorso delle correnti d'aria umida contribuiscono a creare un microclima ideale ad esaltarne le peculiarità. 

primo piano di grappolo di uva a bacca rossa da vitigno Raboso Piave DOC

 

Il vino Raboso Piave è di colore rosso rubino intenso con riflessi viola, corposo, dall'odore vinoso e marcato. Il sapore è sapido, acidulo, giustamente tannico e persistente al retrogusto, con un profumo che ricorda la marasca, la ciliegia e i frutti di bosco.

 

Un vino rosso che si abbina con piatti saporiti come carne alla griglia, carni rosse, selvaggina, arrosti, spezzatino.

 

vista di bottiglie Raboso Piave DOC imbottigliato

 

Per approfondire le caratteristiche del Raboso Piave e le tipologie di vigneti e vini, consulta il fascicolo Raboso Piave a cura di Diego Tomasi, Patrick Marcuzzo e Federica Gaiotti del Centro di Ricerca per la Viticoltura CRA-VIT di Conegliano (TV), a pag. 196 della pubblicazione "Delle terre del Piave – Uve vini e paesaggi": il rapporto è disponibile nel sito del Consorzio Vini Venezia


Archivio
Per offrirti il miglior servizio possibile, in questo sito utilizziamo i cookies. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. OK Maggiori informazioni